Il Corpo Nero

Cinquantaduesima puntata

Avreste mai creduto che studiando qualcosa di apparentemente marginale e tutto sommato di scarso interesse si potesse giunge a una scoperta fondamentale, di quelle che provocano vere e proprie rivoluzioni scientifiche? È proprio quello che è accaduto con la scoperta della meccanica quantistica, che è nata grazie alla caparbietà di fisici che si ostinavano a cercare di prevedere di che colore sarebbe stato il forno del pizzaiolo se fosse stato più caldo. Non sembra una di quelle domande che non fa dormire la notte, eppure…

Autore:

  • Giovanni Organtini

Altre voci:

  • Chiara Piselli

Regia:

  • Tommaso Fossella

Musica:

Play
Share

Revenge Of The Slimeballs: When US Labs Competed For Leadership In HEP

The clip below, together with the following few which will be published every few days in the coming weeks, is extracted from the third chapter of my book "Anomaly! Collider Physics and the Quest for New Phenomena at Fermilab". It recounts the pioneeri... Continue reading

Aperte le iscrizioni al Master in Comunicazione Scientifica dell’Università di Milano

Un percorso formativo mirato a divulgare la scienza, a sostegno dell’innovazione Sono aperte le iscrizioni per partecipare alla settima edizione del Master in Comunicazione della Scienza e dell’innovazione sostenibile (MaCSIS) che si terrà a Milano a partire da Novembre 2017. L’obiettivo è quello di colmare una lacuna esistente nel panorama attuale, con una formazione interdisciplinare teorica [...] Continue reading

Muon G-2: The Anomaly That Could Change Physics, And A New Exciting Theoretical Development

Do you remember the infamous "g-2" measurement ? The determination of the anomalous magnetic moment of the muon has been for over a decade on the agenda of HEP physicists, both as a puzzle and as a hope for good things to come. Ever since the Broo... Continue reading

Asteroidi a Locarno, ciak a Medicina

“Gli Asteroidi” di Germano Maccioni è il film italiano in Concorso al 70esimo Locarno Festival. Un lungometraggio ambientato in parte alla Stazione radioastronomica di Medicina, in provincia di Bologna. In attesa di vederlo sul grande schermo Simona Righini, tecnologa Inaf, ci racconta un po’ di backstage Continue reading

Einstein, la “rinascita” dopo la morte

L’ultimo numero della rivista EpjH è uno speciale dedicato al rinascimento della teoria della gravità. Un risultato, spiega a Media Inaf Roberto Lalli, dovuto anzitutto a fattori sociali e epistemici. E la recente osservazione delle onde gravitazionali è l’apice di quel processo iniziato negli anni Cinquanta Continue reading

ASITV: Trappist, la vita che non c’è

Lingua Italiano Continue reading

Sguardo congiunto su Barnard

È stata protagonista di diverse opere di fantascienza, descritta come una stazione di passaggio per viaggiatori interstellari, come il luogo più proficuo per costruire una galleria gravitazionale o in grado di ospitare nella sua orbita pianeti giganti, abitati da feroci animali. Stiamo parlando della stella di Barnard, una nana rossa tra le stelle più vicine alla Terra - a 5,96 anni luce da noi - e con un moto proprio.  
Italiano
Continue reading

Una stella qualunque

Il Sole appartiene alla categoria delle stelle solari. A prima vista sembra una tautologia, e quasi non ci si spiega come questa affermazione apparentemente ovvia abbia guadagnato le pagine della rivista Science.  
Italiano
Continue reading